COMPOSTA DI BARBABIETOLE

COMPOSTA DI BARBABIETOLE SPEZIATE SU CRACKERS DI ROSMARINO E NOCI

Volete gustarvi qualcosa di dolce, ma siete stanchi del classico pane e marmellata? Ho io la soluzione giusta. Una deliziosa e dolce composta di barbabietole speziate da spalmare su crostini salati. Idea ottima per un risveglio frizzante o per un aperitivo insolito.

Tempo di preparazione

1h 15′

Ingredienti per 18 crackers

3 cucchiai di acqua
1 rametto di rosmarino sminuzzato
1 cucchiaio di semi di lino macinati (flaxseed)
1 cucchiaio di semi di chia
1 cucchiaio di olio EVO
¾ di bicchiere di mandorle macinate
½ bicchiere di noci tagliate a metà
sale q.b.
pepe q.b.

Ingredienti per la composta

500 g bar fresche tagliate a pezzettini piccoli
300 ml di acqua
3 cucchiai di sciroppo di acero
2 cucchiai di aceto balsamico
1 cipolla rossa di piccole dimensioni
1 cubetto di zenzero spezzettato
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaino di semi di finocchio
½ cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
sale q.b.
pepe q.b.
½ arancia (scorza grattugiata e succo)

Procedimento

Per preparare la composta unire tutti gli ingredienti in un pentolino.  Portare il tutto ad ebollizione e poi lasciar cuocere a fuoco basso per circa 45 minuti. Il liquido dovrà essere evaporato e le barbabietole tenere. Potete poi utilizzare un semplice schiaccia patate per la composta, dato che vogliamo far rimanere il composto a pezzettini.

Nel frattempo possiamo preparare i nostri crackers. Versate le noci nel frullatore per ottenere una granella. Preriscaldate il forno ventilato a 170°. Trasferite la granella di noci in una ciotola, aggiungete le mandorle macinate, i semi di lino e di chia, il rosmarino, il sale ed il pepe. Mescolate il tutto ed aggiungete acqua e olio, mescolate finché l’impasto non si è formato.

Adagiate ora l’impasto in un foglio di carta forno e copritelo con un’altro foglio. Schiacciate l’impasto dandogli una forma rettangolare. Ricordatevi che dovranno uscirvi circa 18 crackers. Lo spessore dovrà essere di circa 3mm. Tagliate l’impasto con un coltello. Scegliete voi se fare i crackers quadrati,  rettangolari o rotondi.

Cuocete i crackers per circa 15-18′. Serviteli freddi.

ZUPPA DI BARBABIETOLE

ZUPPA DI BARBABIETOLE CON NOCI E ROSMARINO

Vi propongo una zuppa, ricca e cremosa, naturalmente dolce grazie alle barbabietole e al latte di cocco. Per aggiungere consistenza al piatto ho aggiunto noci, rosmarino e semi di chia. Questa ricetta, sostanziosa e vivace, sarà ideale nelle prime giornate autunnali.

Tempo di preparazione

1h 10′

Ingredienti per 2 persone

4 barbabietole medie biologiche

4 bicchieri di brodo vegetale

2 spicchi d’aglio

2 cucchiai di olio EVO

1 cipolla rossa

1 rametto di rosmarino sminuzzato

1 cucchiaio di zenzero in polvere

¼ di bicchiere di latte di cocco

sale q.b.

pepe nero q.b.

1 manciata di noci

1 cucchiaino di semi di chia

Procedimento

Preriscaldate il forno ventilato a 180°/200°.
Sbucciate le barbabietole e tagliatele a metà. Sistematele in una placca da forno e aggiungete un cucchiaio di olio di oliva. Lasciatele cuocere per circa 35/40′ finché non diventano morbide e caramellate.
Nel frattempo fate soffriggere in una padella l’olio, l’aglio e la cipolla. Aggiungete poi il rosmarino sminuzzato e lo zenzero. Tagliate a dadini le barbabietole e unitele al resto. Aggiungete sale e pepe nero a vostro piacere.
Versate ora il brodo nella padella e portate il tutto ad ebollizione, Quando la vostra zuppa inizia a bollire aggiungete il latte di cocco e cuocete per 10′ a fiamma bassa.
Usate un frullatore ad immersione per amalgamare il tutto ed ottenere la consistenza di una crema.
Servite il vostro piatto con noci, semi di chia e a vostro piacimento un velo di yogurt o filadelphia per rendere la zuppa ancora più vivace.

RISOTTO

RISOTTO AI MIRTILLI SELVATICI E TOPINAMBUR

Tempo di preparazione

30 minuti

Ingredienti

250 g di riso arborio o carnaroli

200 ml di Succo di mirtilli selvatici

200 ml di brodo vegetale

100 ml di vino bianco secco

3 Topinambur

finocchietto selvatico fresco

100 g di mandorle

sale q.b.

pepe q.b.

olio EVO

3 cucchiai olio di semi

Procedimento

Prima di cuocere il risotto, spazzolate i topinambur, sotto il getto di acqua corrente, e nel frattempo mettete a scaldate il brodo vegetale. Tagliate a cubetti regolari i topinambur e fateli rosolare, a fiamma vivace, in una padella con un cucchiaio di olio di semi e finocchietto selvatico.

Nel frattempo, in un’ampia padella dai bordi alti, scaldate due cucchiai di olio EVO e fate tostare il riso. quando il riso inizia a sbianchire sfumate con il vino bianco fino a farlo completamente evaporare.

Coprite con il succo di mirtilli selvatici e abbassate la fiamma. Proseguite la cottura facendo assorbire completamente il liquido. Ci vorranno circa 10 minuti. Bagnate con il brodo vegetale caldo e continuate a cuocere per altri 10 minuti.

Nel frattempo frullate le mandorle con due cucchiai di olio di semi e poca acqua fino ad ottenere una crema densa e fluida. Aggiustate di sale e pepe il riso e spegnete il fuoco. Mantecate il risotto con la crema di mandorle, unite i topinambur.

Potete guarnire con qualche rametto di rosmarino e mirtillo fresco.