RISOTTO

RISO PRIMAVERA ALLE ERBE

 

Sei alla ricerca di un piatto semplice, con pochi grassi e allo stesso tempo gustoso? Questa ricetta è adatta a te!

Tempo di preparazione

30 minuti

Ingredienti per 4 persone

350 g riso

timo

dragoncello

maggiorana

prezzemolo fresco

1 cucchiaio di olio EVO

1 limone

sale q.b.

Procedimento

Lessate il riso in abbondante acqua salata in ebollizione; scolatelo al dente e passatelo subito sotto acqua corrente fredda per fermare la cottura e raffreddarlo. Filtrate il succo del limone ed unitelo all’olio di oliva. Tritate le erbe a vostro piacimento: se preferite tritatele grossolanamente e lasciate le foglioline di prezzemolo intere. Unitele al riso e mescolate il tutto aggiungendo l’olio ed il limone. E voilà, questo risotto fresco e primaverile è servito!

A vostro piacimento aggiungete peperoncino e pepe.

PORRIDGE

PORRIDGE DI RISO

 

Tempo di preparazione

35/40 minuti

Ingredienti per 1 persona

50 g riso Basmati

1 bicchiere latte di riso

1 cucchiaio di miele

acqua q.b. (vedi tabella “Guida alla cottura dei cereali integrali”)

frutti di bosco freschi q.b.

1 pizzico di cannella

Procedimento

Fate cuocere il riso in un pentolino con l’acqua fino a completo assorbimento. Aggiungete il latte di riso, un pizzico di cannella, il miele e cuocete ancora fino a quando il riso sarà morbido e cremoso. Travasate il porridge in una ciotola e aggiungete i frutti di bosco freschi. La vostra colazione è pronta!

Potete utilizzare al posto del miele sia lo sciroppo di riso che lo sciroppo di acero. Potete guarnire il porridge con granella di mandorla.

Se non trovate frutti di bosco freschi potete utilizzare anche quelli congelati. Basterà tirarli fuori dal freezer qualche ora prima dell’utilizzo.

 

RISOTTO

RISOTTO AI MIRTILLI SELVATICI E TOPINAMBUR

Tempo di preparazione

30 minuti

Ingredienti

250 g di riso arborio o carnaroli

200 ml di Succo di mirtilli selvatici

200 ml di brodo vegetale

100 ml di vino bianco secco

3 Topinambur

finocchietto selvatico fresco

100 g di mandorle

sale q.b.

pepe q.b.

olio EVO

3 cucchiai olio di semi

Procedimento

Prima di cuocere il risotto, spazzolate i topinambur, sotto il getto di acqua corrente, e nel frattempo mettete a scaldate il brodo vegetale. Tagliate a cubetti regolari i topinambur e fateli rosolare, a fiamma vivace, in una padella con un cucchiaio di olio di semi e finocchietto selvatico.

Nel frattempo, in un’ampia padella dai bordi alti, scaldate due cucchiai di olio EVO e fate tostare il riso. quando il riso inizia a sbianchire sfumate con il vino bianco fino a farlo completamente evaporare.

Coprite con il succo di mirtilli selvatici e abbassate la fiamma. Proseguite la cottura facendo assorbire completamente il liquido. Ci vorranno circa 10 minuti. Bagnate con il brodo vegetale caldo e continuate a cuocere per altri 10 minuti.

Nel frattempo frullate le mandorle con due cucchiai di olio di semi e poca acqua fino ad ottenere una crema densa e fluida. Aggiustate di sale e pepe il riso e spegnete il fuoco. Mantecate il risotto con la crema di mandorle, unite i topinambur.

Potete guarnire con qualche rametto di rosmarino e mirtillo fresco.

 

I CEREALI

PERCHE’ SCEGLIERE CEREALI INTEGRALI E NON RAFFINATI?

 

I cereali, come frumento e orzo, sono una delle prime coltivazioni.

La coltivazione dei cereali e lo sviluppo dei prodotti a base di cereali, come il pane, ha contribuito in modo determinante allo sviluppo della civiltà.

Senza cereali il processo di civilizzazione probabilmente non si sarebbe sviluppato come di fatto è avvenuto.

La diffusione della coltivazione di cereali è stata favorita dall’aumento della popolazione, dai cambiamenti climatici, dall’addomesticamento degli animali e dallo sviluppo del commercio. Leggi tutto “I CEREALI”